Speciali

22.08.2013

Super Smash Bros. per Wii U e Nintendo 3DS

Se c'è una cosa che i fan di Super Smash Bros. amano fare quando non giocano è senz'altro fantasticare su tutto ciò che potrebbe riguardare il seguente capitolo della saga.

Possibili evoluzioni delle meccaniche di gioco e della serie stessa, così come la scelta di nuovi personaggi sono da sempre argomenti particolarmente sentiti, in grado di dare luogo ad accesi dibattiti in rete.

In questo articolo approfondiremo questi temi e non solo, basandoci su quanto emerso fino ad ora sullo sviluppo di Super Smash Bros. per Wii U e Nintendo 3DS.

A che gioco giochiamo?
Party game o picchiaduro competitivo? Non è mai stato facile rispondere chiaramente a questo quesito se riferito a Super Smash Bros., data la natura ambivalente del titolo in questione.

Il prossimo episodio per Wii U e Nintendo 3DS, non cambierà di certo le carte in tavola e cercherà di accontentare sia l'utenza hardcore pronta rimettere in gioco le proprie abilità, sia quella fetta di giocatori interessata soprattutto a divertirsi in partite multigiocatore, meglio ancora se con oggetti in grado di ribaltare l'esito dello scontro da un momento all'altro.

La rimozione del "tripping" che senza alcun motivo ci faceva inciampare (e imprecare di conseguenza) in Super Smash Bros. Brawl, e la tanto sbandierata attenzione al bilanciamento dei personaggi, fanno certamente ben sperare in un'ottica di gioco competitivo.

D'altro canto, lo stesso Masahiro Sakurai, director e uomo simbolo della serie, ha fatto capire in più occasioni di tenere in grande considerazione i giocatori meno esperti, considerando Smash più simile ad un "4-player royal action game" piuttosto che ad un vero e proprio gioco di lotta, e che farà dunque il possibile per garantire a tutti un'esperienza di gioco che non sia frustrante ma il più divertente possibile. In tal senso verranno probabilmente adoperati accorgimenti nel futuro sistema di sfide online, cercando di ridurre al minimo gli scontri tra giocatori aventi abilità nettamente differenti. A ribadire ancora una volta la ricerca del compromesso tra competitività e puro divertimento da parte di Sakurai, la velocità di gioco sarà a metà strada tra quelle viste negli ultimi due capitoli della serie.

Sembra uguale ma non è!
Tra le varie novità trapelate nel corso degli ultimi mesi, quella che ha destato maggiore sorpresa è stata senz'altro l'annuncio di una doppia versione del prossimo capitolo della serie, che vedrà la luce, per la prima volta, su entrambe le console della grande N.

I due titoli avranno gli stessi personaggi (probabilmente una quarantina), ma stage in parte differenti, ispirati ai capitoli delle serie di maggior successo apparsi su ogni specifica console. Potremo ad esempio giocare su Skyloft, scenario ispirato a The Legend of Zelda: Skyward Sword, soltanto nella versione di Smash per Wii U, ma non in quella per 3DS dove sarà invece presente in esclusiva un'ambientazione tratta da The Legend of Zelda: Spirit Tracks, capitolo della stessa saga ma apparso unicamente su console portatile.

Anche per questi motivi i due giochi non utilizzeranno nessuna funzione di cross-play ma interagiranno tra loro in modo tale da permettere il trasferimento di certe personalizzazioni, ancora in via di definizione, dalla versione 3DS a quella per Wii U.

Dato il gap tra le console in termini di potenza, risulta certamente apprezzabile la differente scelta stilistica utilizzata per le due versioni del gioco (grafica cartoonesca su 3DS, più realistica per godere appieno dell'HD su Wii U), rendendo di fatto non diretto, e quindi meno penalizzante, il confronto tra la versione tascabile e quella domestica.

Nuovi sfidanti in arrivo!
Vedere confermati numerosi veterani come Mario, Donkey Kong, Link, Samus, Kirby, Fox, Pikachu, Bowser, Pit, Olimar e Luigi fa naturalmente piacere, ma la cosa che più di qualunque altra riesce a far viaggiare con la fantasia i fan di Super Smash Bros. è senz'altro la scelta dei nuovi personaggi. Tra chi vorrebbe King K. Rool o Ridley, antagonisti rispettivamente di Donkey Kong e Samus, chi preferirebbe numerosi personaggi tratti da third party, chi arriva persino al punto di creare una petizione online nella speranza di poter utilizzare come personaggio giocabile il volto noto di Nintendo of America, Reggie Fils-Aime, appare chiaro come il compito di Masahiro Sakurai sia particolarmente impegnativo data l'impossibilità di accontentare tutte queste richieste. Ad oggi le sue scelte in questo ambito sono state apprezzate, ma solo in parte. Vediamo in ultima analisi il perchè di questa affermazione passando in rassegna pregi e difetti dei 3 nuovi combattenti.

Abitante di animal Crossing
Il primo dei nuovi sfidanti apparso nel corso del Nintendo Direct in occasione dell' E3 ha inizialmente lasciato perplesso più di qualche giocatore, non incarnando il carisma e lo spessore di numerosi altri nomi ben più blasonati e papabili per il roster finale.

Ecco però accadere l'inimmaginabile: il popolo di internet riesce a vedere in lui un potenziale lato oscuro, mai mostrato nella serie Animal Crossing, a tal punto da farlo diventare un vero e proprio meme, dove, abbandonato l'abito dell'abitante allegro e cordiale si mostra come un sadico serial killer. Il contrasto tra le due differenti personalità è così evidente da risultare comico . Il risultato? Questo personaggio è ad oggi incredibilmente amato da gran parte della community di Smash che non vede l'ora di utilizzarlo in combattimento.

Tecnicamente parlando, dai video mostrati l'Abitante appare fin da subito come un personaggio dal moveset molto originale, potendo contare su un arsenale a prima vista non particolarmente temibile ma certamente vario e utile per ogni evenienza: retino, fionda, pala, annaffiatoio, ombrello, ascia, palla da bowling, fuochi d'artificio promettono un approccio alla rissa diverso dal solito e certamente stimolante.

La sensazione è che possa essere un personaggio efficace soprattutto se giocato a contatto col terreno per sfruttare al meglio tutte le armi a sua disposizione. Sembra inoltre in grado di fronteggiare con una certa disinvoltura combattimenti a distanza grazie alla possibilità di poter afferrare come niente fosse qualunque tipo di oggetto o proiettile avversario, tenerlo ben custodito nel taschino, e riutilizzarlo al momento più opportuno. Siamo sicuri che questa abilità renderà l'Abitante uno dei personaggi più interessanti in partite all'insegna del puro divertimento con amici e non solo.

Megaman
Senz'altro una presenza più che gradita quella del robottino di Capcom, personaggio da tempo in cima alle preferenze dei fan tra i possibili third party, e che sembra sposarsi perfettamente col resto della combriccola di mascotte made in Nintendo.

Megaman ha già attirato la nostra attenzione grazie ad uno stile di combattimento unico, basato principalmente su mosse speciali e dalla distanza, tanto che in quest'ultima categoria rientreranno persino la smash avanti e l'attacco base che gli consentirà così di sparare anche camminando o saltando. Tra i particolari attacchi speciali mostrati da Sakurai per il robottino ricordiamo : Metal Blast che può essere lanciato in otto direzioni differenti o persino raccolto e utilizzato come un oggetto qualunque, Clash Bomber in grado di scagliare sugli avversari una bomba a tempo avente caratteristiche analoghe a quelle della vischiobomba già vista in Brawl, Leaf Shield utilizzabile sia come protezione sia come proiettile se necessario. Flame Sword, Slash Claw e Hard Knuckle saranno invece attacchi aerei. Quest'ultimo è senz'altro degno di nota avendo la caratteristica, al momento unica, di essere un attacco meteora utilizzabile da lontano, come fosse un proiettile.

Siamo certi che queste abilità in grado di offrire un'esperienza di gioco varia e profonda , abbinate all'appeal di un personaggio molto amato e storicamente così importante , convinceranno non pochi giocatori a scegliere Megaman nelle future sfide in Super Smash Bros. per Wii U e Nintendo 3DS.

Trainer di Wii Fit
Era il 2001 quando Nintendo sorprese tutti buttando nella mischia di Super Smash Bros. Melee un lottatore atipico e sconosciuto ai più come Mr Game & Watch. Alcuni anni dopo lasciò tutti di stucco l'inserimento del robot R.O.B. nel roster di Super Smash Bros. Brawl , non di certo uno dei tanti nomi in grado di stuzzicare la fantasia degli appassionati che mai si sarebbero aspettati un'apparizione del genere. "Non c'è due senza tre" verrebbe da dire, essendo certi di quanto questo nuovo sfidante, apparso in un gioco destinato principalmente a casual gamers (Wii Fit), abbia lasciato una sensazione di sbigottimento generale e in parte anche di delusione paragonabile ai casi sopracitati.

Il filmato introduttivo dove ha fatto la sua prima apparizione in compagnia di Mario, Link e Kirby, ha tutta l'intenzione di voler mettere in chiaro fin da subito come questa allenatrice abbia cura per il proprio corpo, ma non certo per i propri avversari. Eccola dunque alternare allungamenti e flessioni a tecniche Yoga pronte a trasformarsi, al momento opportuno, in vere e proprie mazzate a tradimento.

Da quanto mostrato sembra un personaggio particolarmente agile e leggero, molto abile nel salto, dal moveset chiaramente improntato su attacchi corpo a corpo e dunque potenzialmente sofferente contro avversari estremamente abili dalla distanza, ma consigliato a chi ama combattere senza troppi fronzoli o elaborate strategie.

Aspettando l'uscita...

Ciò che abbiamo potuto analizzare rappresenta solamente uno strato superficiale di quel che sarà a tutti gli effetti Super Smash Bros. per Wii U e Nintendo 3DS, ma possiamo ritenerci soddisfatti da quanto prodotto per il momento da Sakurai e il suo team.

Per un ulteriore salto di qualità non ci resta che sperare in un roster con nuovi personaggi di spessore e magari leggermente più vasto, una modalità online all'altezza, e un'interazione tra le due versioni che possa aggiungere qualcosa di nuovo e utile all'evoluzione della serie senza però snaturarla nei suoi punti cardine.

 

Dal vostro Lanz è tutto!